Home / Cittadini / Collocamento di cittadini extra-Ue nello spettacolo

Collocamento di cittadini extra-Ue nello spettacolo

I lavoratori e le lavoratrici extra-Ue, nell'ambito del settore spettacolo, possono entrare nel territorio italiano al di fuori della quota programmata di flussi migratori, attraverso un nullaosta al lavoro che le aziende operanti in Italia devono richiedere all'Anpal. Ai lavoratori e lavoratrici si applica la normativa generale sul collocamento.

La richiesta di nullaosta va presentata dai datori di lavoro: clicca qui per conoscere la procedura. 

Vai  alle norme di riferimento.