Home / Cittadini / Fondo sociale europeo (Fse)

Fondo sociale europeo (Fse)

​Il Fondo sociale europeo (Fse) è uno dei Fondi strutturali e di investimento dell'Unione europea e rappresenta il principale strumento di investimento per le risorse umane. Ha come obiettivi accrescere le opportunità di occupazione, promuovere lo sviluppo dell'istruzione e aiutare i soggetti più vulnerabili e a rischio di povertà.

L'Italia utilizza i finanziamenti del Fse in particolare per incrementare le opportunità lavorative dei giovani, aiutare i gruppi svantaggiati, accrescere le competenze della forza lavoro, potenziare i sistemi nazionali di istruzione e formazione e migliorare le capacità amministrative.

I finanziamenti vengono utilizzati sulla base di Programmi operativi elaborati e gestiti dalle autorità di gestione, per realizzare progetti affidati a operatori, organismi o imprese, pubblici o privati, chiamati "beneficiari". Questi ultimi sono individuati dalle autorità di gestione tramite procedure pubbliche. Le autorità di gestione possono essere nazionali oppure regionali.

I destinatari dei progetti Fse sono le persone che ne usufruiscono, ad esempio partecipando ad un corso di formazione o ad un programma di inserimento lavorativo. Anche le organizzazioni e le aziende possono essere destinatari del Fse, ad esempio per organizzare corsi di formazione per i propri lavoratori o ottenere un supporto alla gestione di nuove prassi operative.

Per partecipare alle attività formative o presentare proposte per progetti finanziati dal Fse occorre rivolgersi alle autorità di gestione. L'elenco dei Programmi operativi e il collegamento alle rispettive pagine istituzionali è pubblicato qui.

È utile tenere presente che in Italia la gran parte delle risorse Fse sono gestite dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano, per cui la maggior parte delle informazioni pratiche per accedere alle attività formative cofinanziate dal Fse sono pubblicate sui loro siti.

Informazioni tecniche sul funzionamento del Fse, sulla trasparenza e sulle competenze dell'Anpal, si possono trovare invece al seguente link.