Home / In evidenza / Iniziative per le competenze digitali / Competenze ICT per i giovani del Mezzogiorno

Competenze ICT per i giovani del Mezzogiorno

Il Progetto intende promuovere opportunità di crescita professionale per i giovani NEET residenti nelle Regioni del Mezzogiorno, nell'ambito del Programma Garanzia Giovani.

L'obiettivo è rafforzare  l'offerta e la qualità della formazione nel settore ICT per fare fronte alla crescente richiesta di competenze digitali e figure professionali specializzate su tutto il territorio nazionale, per il successivo inserimento nel mercato del lavoro. Si prevede di raggiungere circa 2.000 potenziali destinatari finali. 

Con l'avviso pubblico "Competenze ICT per i giovani del Mezzogiorno" l'Anpal mette a disposizione 10 milioni di euro, a valere sui fondi PON, per sostenere l'offerta e la qualità della formazione nel settore ICT, finanziando progetti formativi sperimentali e professionali finalizzati all'assunzione di giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni che siano disoccupati, non impegnati in percorsi di studio o lavoro, non coinvolti in interventi di politica attiva nell'ambito del Programma "Iniziativa Occupazione Giovani" e residenti in una delle seguenti Regioni: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Molise. 

Le attività oggetto dell'Avviso sono finalizzate alla costruzione di progetti formativi, professionali e personali coerenti con i valori e le scelte di vita del beneficiario e in sintonia con l'ambiente socio-lavorativo di riferimento.

Le proposte progettuali sono presentate da ATI/ATS costituite su tutto il territorio nazionale e composte da enti di formazione - comprese università pubbliche e private riconosciute, centri di ricerca accreditati dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) - in partenariato con agenzie per il lavoro, agenzie di somministrazione, enti della bilateralità, associazioni datoriali e imprese, Camere di Commercio.

Il rafforzamento della qualità dei percorsi di apprendimento sarà realizzato attraverso il coinvolgimento delle imprese nella fase di identificazione e co-progettazione dei percorsi formativi, in funzione di un successivo impegno ad assumere una quota dei giovani qualificati. 

Il programma di interventi dovrà prevedere una formazione specialistica nel settore ICT della durata massima di 200 ore, un tirocinio della durata di 3 mesi presso le imprese qualificate come soggetti ospitanti, infine, l'assunzione della totalità dei partecipanti presso l'azienda ospitante.

Nel caso in cui il tirocinio si trasformi in un contratto di lavoro con durata pari/superiore ad almeno 6 mesi, al proponente sarà riconosciuta la remunerazione prevista dalla Misura 3 "Accompagnamento al Lavoro" (solo ai soggetti accreditati ai servizi al lavoro). Inoltre, le imprese che assumeranno i giovani partecipanti al Progetto, potranno richiedere l'incentivo per l'occupazione.

 

Consulta la sezione dedicata all'Avviso dove sono disponibili anche le FAQ aggiornate.