Home / In evidenza / Servizi per il lavoro / I centri pubblici per l’impiego

I centri pubblici per l’impiego

La rete pubblica dei servizi per il lavoro è composta da 552 centri per l'impiego (Cpi), di cui 501 sedi principali, vale a dire amministrativamente o organizzativamente collegate al coordinamento centrale (sia esso Provincia/Ente area vasta/Città metropolitana oppure Regione/Agenzia regionale), e 51 sedi secondarie, a cui si aggiungono 288 sedi distaccate o sportelli territoriali.

 

Numero di centri per l'impiego per area geografica

AREACentri per l'impiegoSportelli e sedi distaccateTotale
NORD23046276
CENTRO11295207
SUD210147357
TOTALE ITALIA552288840

 

Al 31/12/2017 nel complesso dei Cpi sono operative 8.189 unità di personale, in gran parte direttamente incardinate negli enti territoriali da cui dipendono organizzativamente i Cpi (Regioni, Agenzie regionali, Enti di aria vasta, Province) e solo in minima parte afferenti a soggetti esterni che supportano i centri stessi. In particolare, il personale esterno in staff ai Cpi ammonta a 583 unità (poco più del 7% del totale).

Numero di operatori dei centri per l'impiego per area geografica modalità di lavoro e tipologia di ente di appartenenza (valori assoluti e percentuali)

AREATotale operatoridi cui in front-office (%) (*)di cui esterni (%) (**)
NORD2.45386,06,7
CENTRO2.03384,419,6
SUD3.70382,00,5
TOTALE ITALIA8.18983,87,1

 

(*) Il dato si riferisce agli operatori che lavorano parzialmente o totalmente in front-office

(**) dipendenti da società in appalto, società in house, società in mano pubblica o società mista

Fonte: Anpal. Monitoraggio dei servizi per l'impiego

 

La quota di personale che opera, parzialmente o totalmente, in front office risulta particolarmente elevata, con una media nazionale dell'83,8%, ma con regioni per le quali raggiunge il 100%.

Si tratta in gran parte di personale assunto a tempo indeterminato, il cui costo complessivo è quantificato in circa 344 milioni di euro annui.