Home / Notizie / Corpo Europeo di Solidarietà, approvata la nuova normativa 2018 -2020

Corpo Europeo di Solidarietà, approvata la nuova normativa 2018 -2020

13 settembre 2018

Il Corpo Europeo di Solidarietà ha una nuova normativa che lo regola. Il Parlamento europeo ha provveduto infatti, lo scorso 11 settembre, a dare una struttura normativa all'iniziativa comunitaria lanciata nel dicembre 2016. Approvato, inoltre, un bilancio complessivo per il periodo 2018 - 2020 di 375,6 milioni di euro, il 90% dei quali è destinato al volontariato e il 10% alla parte occupazionale del programma. I progetti piloti nei primi mesi di lavoro sono stati finanziati attraverso diversi programmi, tra i quali quello attualmente in corso dell'Anpal. In più, la Commissione europea ha presentato una nuova proposta per il futuro esercizio finanziario 2021-2027 che stanzierebbe 1,26 miliardi di euro per l'iniziativa di solidarietà.

Tra le novità emerse vi è la netta distinzione tra attività di volontariato e lavorativa (nella forma di contratto di lavoro o di tirocinio), affinché nessuna organizzazione partecipante possa impiegare i giovani come volontari nel caso siano disponibili posti di lavoro. Per quanto riguarda le organizzazioni partecipanti, dovranno registrarsi e ottenere dalle Agenzie nazionali incaricate, in Italia l'Agenzia nazionale per i giovani, un "marchio di qualità" che certifichi l'effettiva capacità di offrire attività di solidarietà di alta qualità.

Nell'ambito del nuovo assetto, la Commissione europea ha già pubblicato un Bando per finanziare partenariati, progetti di volontariato, tirocini e lavori per un budget complessivo di 44 milioni di euro. La scadenza per presentare le proposte all'Agenzia Nazionale Giovani è per il prossimo 16 ottobre.

Cresce, dunque, l'impegno e la volontà di rafforzare la solidarietà in Europa con l'intento di offrire ai giovani nuove prospettive di sviluppo personale e professionale in questo comparto.

Per saperne di più vai sul sito.