Home / Notizie / Il presidente di Anpal Del Conte al Festival dell’Economia di Trento

Il presidente di Anpal Del Conte al Festival dell’Economia di Trento

4 giugno 2018


Nel corso del Festival dell'economia di Trento, in programma dal 31 maggio al 3 giugno, il presidente di Anpal, Maurizio Del Conte, ha preso parte a due convegni: il primo centrato sul tema del controverso rapporto tra progresso tecnico e occupazione; il secondo sulla tematica dell'istruzione ai tempi dell'intelligenza artificiale. 

"Come sostenere il reddito mentre si cambia lavoro": questo il titolo del primo incontro, in agenda sabato 1° giugno. Secondo il presidente di Anpal "l'impatto della quarta rivoluzione industriale è gestibile, ma aumenteranno le transizioni da un posto di lavoro all'altro. In particolare, si stima che i cosiddetti millennials dovranno cambiare lavoro mediamente 7-8 volte nell'arco della loro carriere. Occorre perciò ricostruire la filiera formativa e ricollegare la formazione con la domanda delle imprese". Una filiera che deve partire da una scuola che aprirsi al mondo, cominciando a orientare i ragazzi nelle scelte formative e professionali". Inoltre occorre garantire le competenze digitali di base, senza la quale ogni investimento in skill di alto livello risulterebbe vano.

Il dibattito è proseguito il giorno successivo, il 2 giugno, e ha toccato l'importante tematica del rapporto tra il mondo della scuola e dell'impresa.

"Fermare la tecnologia è inutile e dannoso. Per sfruttarne il vento bisogna issare le vele della formazione: scuola, università e post diploma, formazione continua e riqualificazione professionale". Così ha esordito Del Conte al convegno: "L'Istruzione ai tempi dell'intelligenza artificiale".

Ma la filiera scuola-lavoro presenta caratteristiche differenti nei vari territori e perciò occorre anzitutto realizzare una standardizzazione dei modelli di intervento. Occorre favorire lo sviluppo di ecosistemi dei servizi per il lavoro a partire dalla diffusione di buone pratiche e costruire una governance delle politiche attive basata sull'affermazione del principio di responsabilità, ha concluso il presidente.