Home / Notizie / Lavoro, formazione e mobilità: Francia e Italia a confronto

Lavoro, formazione e mobilità: Francia e Italia a confronto

5 giugno 2018

Accesso al mercato del lavoro, ricerca di un impiego, formazione professionale, validazione delle competenze, riconoscimento dei diplomi e  diritti dei disoccupati in Francia e in Italia: queste ed altre le tematiche al centro della Giornata informativa promossa dal Consolato Francese a Roma, lo scorso 4 giugno. I numerosi visitatori si sono divisi tra la sala conferenze, dove si sono avvicendati gli interventi dei relatori, e gli stand informativi con la possibilità di chiarire i dubbi relativi al mercato del lavoro. Ad affrontare i temi della Giornata sono stati gli esperti di Anpal, Roma Capitale, EURES, AFPA, Pôle Emploi, e gli altri partner dell'iniziativa.

Nel corso della giornata si sono susseguiti gli interventi del Presidente di Anpal, Maurizio Del Conte, e dell'Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, che hanno poi brevemente preso la parola nella sala conferenze. Masset nel ringraziare i soggetti coinvolti, ha sottolineato l'importanza del lavoro di squadra a garanzia di un'adeguata mobilità tra i due Paesi, e dell'occupazione quale strumento per l'armonizzazione sociale dell'Europa. Il Presidente di Anpal ha ribadito l'importanza di fare squadra sulla tematica del lavoro, centrale per gli Stati e che, anche grazie all'operato della rete EURES, diventerà sempre più rilevante attraverso i confini europei per quanto riguarda la mobilità lavorativa. "A volte abbiamo un po' di arretratezza culturale nel non riuscire a considerare la mobilità del lavoro come un valore positivo - ha detto Del Conte - dobbiamo superare questa arretratezza, e iniziare a pensare che mobilità vuol dire circolarità, e non solamente andare da una parte verso l'altra in senso unidirezionale. Certo, dobbiamo essere capaci di sviluppare questa circolarità."

Per saperne di più sull'iniziativa, sui partner, sui relatori e sugli argomenti analizzati, visita la pagina dedicata.