Home / Agenzia / Comitato per i ricorsi di condizionalità

Comitato per i ricorsi di condizionalità

 

Il Comitato per i ricorsi di condizionalità previsto dall'art. 21, comma 12 del D. Lgs. 14 settembre 2015, n.150presieduto dal direttore generale di Anpal, è composto da rappresentanti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell'Inps, delle Regioni e Province autonome e delle parti sociali e resta in carica per tre anni.

Decreto di costituzione del Comitato

Decreto di sostituzione dei membri del Mlps 

Regolamento del Comitato 

Delibere del Comitato per i ricorsi di condizionalità


Come inviare il provvedimento sanzionatorio ad Anpal

Il Centro per l'impiego, nelle more della predisposizione della procedura informatizzata, invierà il provvedimento con eventuali allegati a:

PEC: sanzioni.condizionalita@pec.anpal.gov.it

Il provvedimento dev'essere inviato anche alla sede Inps competente.

Per maggiori informazioni sulla procedura: Nota sulle modalità di comunicazione delle sanzioni adottate dai Cpi.

Come presentare ricorso

Può presentare ricorso al Comitato chi ha ricevuto una sanzione del Centro per l'impiego (Cpi) per non aver partecipato alle misure di politica attiva o per non aver accettato offerte di lavoro congrue. Il ricorso può essere presentato, per motivi di legittimità e per motivi di merito, entro trenta giorni solari dal ricevimento della sanzione. 

E' necessario compilare il modulo di ricorso e produrre i seguenti documenti:

  • Copia della sanzione del Cpi ricevuta dal/la ricorrente, con indicazione della notifica da parte del Cpi
  • Fotocopia del documenti di identità del/la ricorrente
  • Ogni altra documentazione utile, ad esempio la copia dei documenti attestanti il giustificato motivo del/la ricorrente; le prove dell'invio da parte del/la ricorrente al Cpi dei documenti attestanti il giustificato motivo, ecc.

Il modulo di ricorso e i documenti indicati sopra possono essere inviati al Comitato via posta elettronica certificata oppure per raccomandata A/R:

Il Comitato motiva la propria decisione e la comunica al/la ricorrente, al Centro per l'impiego e ad eventuali altri soggetti interessati tramite posta elettronica ordinaria o tramite PEC.

Per maggiori informazioni sulla procedura: Nota sulle modalità di ricorso al Comitato.