Seguici su:
Incentivi nazionali all’occupazione

Per maggiori dettagli, leggi la scheda corrispondente a ciascun incentivo nella Guida incentivi all'assunzione e creazione di impresa 

 

Persone che percepiscono la Naspi

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato persone che percepiscono la Naspi (Nuova assicurazione sociale per l'impiego) beneficiano di un incentivo pari al 20% dell'indennità mensile che sarebbe stata corrisposta al lavoratore o alla lavoratrice per il periodo residuo di spettanza dell'indennità.

 

Persone che percepiscono la Cigs

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato persone che percepiscono la Cigs da almeno 3 mesi, anche non continuativi, dipendenti di aziende beneficiarie di Cigs da almeno 6 mesi, beneficiano di incentivi sia contributivi che economici.

Il beneficio contributivo prevede una contribuzione a carico del datore di lavoro pari al 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali per 12 mesi.

Il beneficio economico prevede un contributo mensile pari al 50% dell'indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore/trice per un periodo pari a:

  • 9 mesi per lavoratori fino a 50 anni;
  • 21 mesi per lavoratori con più di 50 anni;
  • 33 mesi per lavoratori con più di 50 anni e residenti nel Mezzogiorno e nelle aree ad alto tasso di disoccupazione.

 

Donne e over 50

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi, o da 6 mesi se residenti in aree svantaggiate o impiegate in una professione o in un settore economico caratterizzati da un'accentuata disparità occupazionale di genere, beneficiano della riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro. L'incentivo ha una durata di 18 mesi in caso di contratto a tempo indeterminato, o di 12 mesi in caso di contratto a tempo determinato.

Lo stesso incentivo è previsto per l'assunzione di lavoratori e lavoratrici over 50.

 

Persone con disabilità

Le aziende che assumono persone con disabilità con contratto a tempo indeterminato, o ne trasformano il rapporto a termine, anche a tempo parziale, in uno a tempo indeterminato, beneficiano di un incentivo che varia in base alle caratteristiche della persona assunta e del rapporto di lavoro instaurato:

  • 70% della retribuzione lorda mensile imponibile ai fini previdenziali per 36 mesi, per persone con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79%;
  • 35% della retribuzione lorda mensile imponibile ai fini previdenziali per 36 mesi, per persone con una riduzione della capacità lavorativa tra il 67% e il 79%;
  • 70% della retribuzione lorda mensile imponibile ai fini previdenziali per 60 mesi, per persone con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%. Per questa categoria l'incentivo può essere riconosciuto per tutta la durata del contratto anche per le assunzioni a tempo determinato, purché tali rapporti abbiano una durata non inferiore a 12 mesi.

L'incentivo è valido per assunzioni o trasformazioni decorrenti dal 1° gennaio 2016.

 

Categorie ultra-svantaggiate

Le cooperative sociali e le imprese pubbliche e private possono beneficiarie di incentivi destinati all'assunzione di particolari categorie ultra-svantaggiate, come persone in esecuzione di pena o di misure di sicurezza detentiva o altre categorie di particolare svantaggio.

 

Node: liferaydxp-1-0:8080