Seguici su:
Europass

Il Centro Nazionale Europass Italia fa parte della rete europea dei Centri Nazionali di Contatto – National Europass Centre (Nec) coordinati e supportati dalla Commissione Europea con l’assistenza del Cedefop.

Tutti i Centri Nazionali Europass condividono i loro principali obiettivi:

  • promozione dell’iniziativa Europass;
  • informazione e orientamento su Europass e sui relativi documenti;
  • coordinamento delle attività per l’applicazione di Europass; prima assistenza tecnica per la compilazione dei documenti;
  • partecipazione alla rete europea dei NEC coordinata dalla Commissione.

Il Centro Nazionale Europass Italia presso ANPAL:

  • organizza e partecipa ad eventi nazionali e internazionali sugli strumenti per la trasparenza dei titoli, delle competenze e  delle qualificazioni, in maniera da agevolare la mobilità a livello europeo a fini di studio, formazione e lavoro;
  • contribuisce all’elaborazione di  materiali formativi/informativi sui temi dell'orientamento, della trasparenza delle qualificazioni e competenze,  a livello nazionale ed europeo;
  • collabora con altre reti, strumenti e portali europei di orientamento (quali EURES, Epale,  ecc.).

Nel triennio 2018-2020 il Centro Nazionale Europass realizza le proprie attività nell'ambito di Piano di Lavoro congiunto con Euroguidance ed Eqf, gli altri Punti di Contatto Nazionali sugli strumenti di orientamento e trasparenza europei attivi presso ANPAL.

A chi si rivolge:

Si rivolge a tutti coloro che hanno interesse a trascorrere un periodo di studio, formazione o lavoro all'estero svolgendo, inoltre, attività di informazione e promozione rivolta a: studenti, laureandi/e o neo-laureati/e, insegnanti, docenti, formatori, operatori, esperti e cittadini e cittadine in genere.

Il Centro Nazionale Europass Italia, che ha sede presso ANPAL, coordina le attività connesse ad Europass, garantisce che i documenti del portfolio Europass siano coerenti con i formati europei e accessibili a tutti,  in forma digitale, ed è responsabile  a livello nazionale della validazione  del documento Europass-Mobilità.

Il Centro Nazionale Europass Italia non svolge attività di incontro domanda-offerta di lavoro, non dispone di una banca dati per la raccolta di candidature spontanee né finanzia progetti di mobilità.

Europass è un portafoglio di 5 documenti, pensati per facilitare la mobilità geografica e professionale dei cittadini europei, mediante la valorizzazione del patrimonio di esperienze e conoscenze teorico-pratiche sviluppate nel tempo e attraverso la trasparenza dei titoli, delle competenze e delle qualificazioni di ogni livello. Lo scopo è renderle più leggibili e comprensibili da coloro che offrono lavoro e dagli organismi di istruzione e formazione nei diversi Paesi dell'Ue. Nell’aprile del 2018 l’iniziativa Europass è stata oggetto di revisione da parte delle istituzioni comunitarie che, attraverso la Decisione 646/CE/2018 hanno fortemente innovato l’approccio di fondo di tutta l’iniziativa registrando le innovazioni tecnologiche dell’ultimo decennio. A partire dal 2020 Europass sarà uno strumento completamente digitalizzato ed accessibile da un piattaforma europea gestita direttamente dalla Commissione UE ed avrà tra i suoi obiettivi non solo il miglioramento della mobilità a  fini di studio e di lavoro, ma anche il supporto all’occupabilità dei cittadini UE attraverso la creazione di un portale europeo dove ottenere informazioni mirate su tematiche quali, competenze, qualificazioni, orientamento al lavoro ed allo studio, creazione di un e-portfolio personale ed accesso ai servizi di skills intelligence e mercato del lavoro.

I 5 documenti che compongono il portafoglio Europass sono rivolti a:

  • persone: per presentare le proprie competenze e qualifiche in modo più efficace per trovare lavoro o maturare un'esperienza di formazione;
  • datori di lavoro: per comprendere le competenze e le qualifiche della forza lavoro;
  • enti di istruzione e formazione: per stabilire e comunicare il contenuto dei programmi formativi.

Il portafoglio contiene i seguenti documenti:

  • curriculum vitae: ha il compito di uniformare, in base al formato standard europeo, la presentazione dei titoli di studio, delle esperienze lavorative e delle competenze individuali per presentare competenze e qualificazioni in modo più efficace;
  • passaporto delle lingue: è uno strumento che accompagna l'individuo nel proprio percorso di apprendimento delle lingue straniere lungo tutto l'arco della vita;

Tre documenti sono invece rilasciati dalle singole istituzioni nazionali/enti autorizzati:

  • supplemento al certificato: è un documento integrativo che descrive in modo standard i risultati di apprendimento di un percorso di istruzione secondaria superiore e ne rende trasparenti i titoli di studio. Non ha valore legale, ma è un utile complemento del diploma di istruzione secondaria superiore e del certificato di qualifica professionale. È disponibile qui una pagina web del MIUR con un Repertorio precompilato in italiano ed in inglese dei Supplementi al Certificato distinti per tipologia di scuola. Alla stessa pagina è disponibile la nota del MIUR sulle modalità di rilascio del Supplemento al Certificato, a partire dall'anno scolastico 2016-17;
  • supplemento al diploma: è un documento integrativo del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi superiore (accademico o non accademico), e fornisce una descrizione della natura, del livello, del contenuto e degli esiti di tali percorsi;
  • Europass mobilità: è uno strumento che consente di documentare le competenze e le abilità acquisite durante un periodo di apprendimento in un altro Paese europeo (Unione Europea, EFTA, SEE e alcuni Paesi candidati) in esito a percorsi di apprendimento formale, non formale e informale.

Chi può ottenere Europass Mobilità:

Europass Mobilità non può essere richiesto direttamente dai singoli individui, ma viene rilasciato da un’organizzazione intermediaria (scuola, ente di formazione, università, ITS, impresa, ecc.); infatti, Europass Mobilità implica un partenariato tra l’organizzazione che invia l’interessato (partner del Paese d’origine) e l’organizzazione che lo ospita (partner del Paese ospitante).
Ogni organizzazione che predispone un percorso di mobilità strutturato nei suddetti Paesi europei può richiedere per i suoi beneficiari il documento Europass Mobilità. Le due organizzazioni definiscono l’obiettivo ed il contenuto del percorso europeo di mobilità, durata, metodi impiegati e monitoraggio. La lingua utilizzata per compilare il documento Europass Mobilità e il format saranno quelli del Paese d’origine. Europass Mobilità è compilato dai partner dei Paesi d’origine e ospitanti del progetto di mobilità. Il documento finale è rilasciato dal partner del Paese d’origine.

Per richiedere il rilascio dell'Europass Mobilità:

  • se sei un nuovo utente, devi prima registrarti qui
  • se sei già registrato, vai al login

Contatti:

Per informazioni generali sul Portafoglio Europass scrivi a: Europass-INFO@anpal.gov.it

Per informazioni mirate per l’avvio delle procedure finalizzate alla convalida del documento Europass Mobilità scrivi a: EuropassMobilita_Italia@anpal.gov.it

Call center: 800.00.00.39

Nodo: liferay-1-1:8080