Contenuto carosello Fondi interprofessionali

Fondi paritetici interprofessionali nazionali
per la formazione continua

Anpal supporta il Ministero del lavoro e delle politiche sociali nell'indirizzo della formazione professionale continua, ivi compresa quella finanziata dai fondi interprofessionali, per creare un quadro omogeneo nazionale.

ANPAL esercita le seguenti funzioni: 

Vigilanza

sulle attività svolte dai Fondi interprofessionali (art. 9, c. 1, lett. n, del D. lgs. n. 150/2015).

Autorizzazione

delle richieste di modifica degli statuti e dei regolamenti avanzate dai Fondi interprofessionali (nota Mlps n. 4102 del 9.4.2019).

Azioni Fondi

Come aderire ai Fondi

Le aziende aderiscono in maniera volontaria, tramite il flusso Uniemes.
L'adesione è revocabile ed è possibile, con alcune limitazioni, la mobilità tra Fondi (Circolare Inps n. 107 del 1 ottobre 2009).
I datori di lavoro possono aderire ad un secondo Fondo, esclusivamente per la formazione dei propri dirigenti, scegliendo tra i Fondi costituiti a tale scopo (art. 118, comma 1, della L. n. 388/2000).

Come sono finanziati

Lo 0,30% (dedotti i costi amministrativi) del contributo integrativo per l'assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria versato all'Inps dai datori di lavoro, compresi i soggetti autorizzati alla somministrazione, è restituito ai Fondi per la formazione dei lavoratori, in sintonia con le strategie dell’impresa.

Modalità e criteri di gestione

Modalità e criteri di gestione

Linee guida sulla gestione delle risorse finanziarie (Circolare n. 1 del 10.4.2018)

Trasmissione Istruzioni operative sul rendiconto finanziario per cassa (Nota operativa Anpal n. 904 del 28 gennaio 2019)

  • Allegato - Istruzioni operative sul rendiconto finanziario

Consulta note e decreti

Fondi non operativi