Aggregatore Risorse

null Mercato del lavoro 2020, online il rapporto annuale

Dati e pubblicazioni — 25.02.21

Mercato del lavoro 2020, online il rapporto annuale

Gli effetti del Covid-19 al centro del rapporto integrato 2020: domanda e offerta di lavoro, ruolo degli ammortizzatori sociali e ricadute sulla qualità del lavoro. 

La pandemia dovuta al Covid-19 ha condizionato in maniera cruciale il 2020 e gli sviluppi dell’economia e della società, in Italia come nel mondo intero. L’emergenza sanitaria e la conseguente sospensione delle attività di interi settori produttivi hanno rappresentato anche nel nostro Paese uno shock improvviso e senza precedenti sulla produzione di beni e servizi e, di conseguenza, sul mercato del lavoro. In particolare nel secondo trimestre 2020 si è assistito a un crollo dell’attività economica, seguito da un recupero, per certi aspetti superiore alle aspettative, nel terzo trimestre; nel quarto invece si è avuta una nuova riduzione per il nuovo aggravarsi della diffusione dei contagi.  

Gli effetti della crisi si sono manifestati più sulle ore lavorate che sull’occupazione; ciononostante il numero di persone rimaste senza lavoro è considerevole, soprattutto a seguito delle cessazioni dei contratti a termine non rinnovati e del venir meno di nuove assunzioni in un generalizzato clima di “sospensione" delle attività, inclusa la ricerca di lavoro. 
Il calo dell’attività e dell’occupazione si è concentrato nei servizi e, complessivamente, ha avuto effetti ridotti nella manifattura. 
Le categorie più colpite dall’emergenza sanitaria sono quelle che già erano contraddistinte da condizioni di svantaggio; si tratta in particolare delle donne, delle persone giovani e delle persone straniere, nei settori e nei tipi di impresa che sono stati investiti più duramente dalla crisi.

L’emergenza ha prodotto anche un mutamento repentino della modalità di erogazione della prestazione lavorativa che è stata resa, laddove possibile, da remoto (lavoro agile, telelavoro, altre modalità). La digitalizzazione e il distanziamento sociale hanno concorso a produrre una nuova segmentazione nel mercato del lavoro, distinguendo tra chi può lavorare da casa e chi, per la natura della prestazione, è strettamente legato al luogo di lavoro. 
L’emergenza sanitaria, ancora in corso, determina una situazione di incertezza sui tempi e sulle modalità della ripresa economica

Il Rapporto annuale sul mercato del lavoro è frutto della collaborazione tra Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Istat, Inps, Inail e Anpal. 

Leggi la Nota stampa
Leggi il rapporto annuale sul mercato del lavoro 2020

Condividi

Notizie correlate per categoria

Dati e pubblicazioni — 07.12.22

Excelsior: il turismo traina le assunzioni

A dicembre l’incremento atteso è del 18,1% in un anno secondo il bollettino mensile realizzato da Unioncamere e Anpal. Complessivamente sono previste 329 mila assunzioni

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 06.12.22

Online la newsletter n. 6 di Gol

Nuova uscita del periodico di informazione

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 06.12.22

Il programma Gol centra e raddoppia il target fissato dall’Europa: al 30 novembre presi in carico 620mila beneficiari

Il dato emerge dalla quarta nota di monitoraggio di Anpal

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 30.11.22

Tirocini extracurriculari, online il terzo rapporto di monitoraggio Anpal con Inapp

Numeri, caratteristiche ed esiti dello strumento di politica attiva

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 29.11.22

Garanzia Giovani, gli aggiornamenti del monitoraggio Anpal

Online la nota n. 9/2022 relativa ai dati a settembre 2022

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 25.11.22

I rapporti di lavoro a tempo indeterminato trainano la crescita occupazionale ma il mezzogiorno arranca

Pubblicata la nota congiunta di novembre "Il mercato del lavoro: dati e analisi" a cura del Ministero del lavoro, Banca d'Italia e Anpal

Leggi di più →