Aggregatore Risorse

null Mercato del lavoro 2020, online il rapporto annuale

Dati e pubblicazioni — 25.02.21

Mercato del lavoro 2020, online il rapporto annuale

Gli effetti del Covid-19 al centro del rapporto integrato 2020: domanda e offerta di lavoro, ruolo degli ammortizzatori sociali e ricadute sulla qualità del lavoro. 

La pandemia dovuta al Covid-19 ha condizionato in maniera cruciale il 2020 e gli sviluppi dell’economia e della società, in Italia come nel mondo intero. L’emergenza sanitaria e la conseguente sospensione delle attività di interi settori produttivi hanno rappresentato anche nel nostro Paese uno shock improvviso e senza precedenti sulla produzione di beni e servizi e, di conseguenza, sul mercato del lavoro. In particolare nel secondo trimestre 2020 si è assistito a un crollo dell’attività economica, seguito da un recupero, per certi aspetti superiore alle aspettative, nel terzo trimestre; nel quarto invece si è avuta una nuova riduzione per il nuovo aggravarsi della diffusione dei contagi.  

Gli effetti della crisi si sono manifestati più sulle ore lavorate che sull’occupazione; ciononostante il numero di persone rimaste senza lavoro è considerevole, soprattutto a seguito delle cessazioni dei contratti a termine non rinnovati e del venir meno di nuove assunzioni in un generalizzato clima di “sospensione" delle attività, inclusa la ricerca di lavoro. 
Il calo dell’attività e dell’occupazione si è concentrato nei servizi e, complessivamente, ha avuto effetti ridotti nella manifattura. 
Le categorie più colpite dall’emergenza sanitaria sono quelle che già erano contraddistinte da condizioni di svantaggio; si tratta in particolare delle donne, delle persone giovani e delle persone straniere, nei settori e nei tipi di impresa che sono stati investiti più duramente dalla crisi.

L’emergenza ha prodotto anche un mutamento repentino della modalità di erogazione della prestazione lavorativa che è stata resa, laddove possibile, da remoto (lavoro agile, telelavoro, altre modalità). La digitalizzazione e il distanziamento sociale hanno concorso a produrre una nuova segmentazione nel mercato del lavoro, distinguendo tra chi può lavorare da casa e chi, per la natura della prestazione, è strettamente legato al luogo di lavoro. 
L’emergenza sanitaria, ancora in corso, determina una situazione di incertezza sui tempi e sulle modalità della ripresa economica

Il Rapporto annuale sul mercato del lavoro è frutto della collaborazione tra Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Istat, Inps, Inail e Anpal. 

Leggi la Nota stampa
Leggi il rapporto annuale sul mercato del lavoro 2020

Condividi

Notizie correlate per categoria

Dati e pubblicazioni — 24.06.22

Il sistema di istruzione e formazione professionale e dei percorsi in duale

Presentato il XIX rapporto che illustra i dati del monitoraggio nazionale sul sistema Iefp

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 21.06.22

Nota trimestrale sulle tendenze dell’occupazione, I trimestre 2022

Aumenta l'input di lavoro in termini congiunturali e su base annua. La stessa dinamica si rileva per il Pil. Cresce anche l'occupazione. 

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 09.06.22

Bollettino Excelsior: 560mila assunzioni previste a giugno

Positivo per tutti i settori il confronto rispetto a maggio, ma si conferma il rallentamento del manifatturiero e costruzioni rispetto ad un anno fa

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 01.06.22

Avviata l’indagine Anpal 2022 sui centri per l’impiego

Focus su modelli organizzativi, servizi erogati, logistica e informatizzazione 

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 30.05.22

Garanzia Giovani, pubblicati i dati al 31 marzo 2022

Dei giovani che hanno concluso il percorso, due su tre sono occupati

Leggi di più →

Dati e pubblicazioni — 20.05.22

Lavoro, prosegue il trend positivo. Creati 260 mila posti nei primi quattro mesi dell’anno

Pubblicata la nota di maggio a cura del Ministero del lavoro, della Banca d’Italia e di Anpal

Leggi di più →