Aggregatore Risorse

null Forwork: risultati e sfide per l’integrazione socio-economica di rifugiati e richiedenti asilo

Eventi — 10.09.21

Forwork: risultati e sfide per l’integrazione socio-economica di rifugiati e richiedenti asilo

Al centro del progetto, il lavoro dignitoso come chiave verso lo sviluppo e la tutela delle persone

Si è svolto l’8 settembre 2021, nell’ambito del progetto Forwork, l’evento dedicato a sostenere rifugiati e richiedenti asilo e a rafforzare e velocizzare il loro inserimento nel mercato del lavoro.
Forwork è un progetto finanziato da Easi (EU Programme for Employment and Social Innovation), nato nel 2018 che si conclude il 30 settembre di quest’anno. 

“Anpal coordina le attività progettuali a livello nazionale e internazionale. La finalità di Forwork – spiega Valeria Scalmato di Anpal - è quella di sperimentare in Italia, in Piemonte, e in Albania, delle misure di supporto per inserire nel mercato del lavoro rifugiati e richiedenti asilo politico. Le misure sono realizzate grazie a un mentor, con attività di job coaching, corsi di educazione civica e di lingua. In Italia abbiamo coinvolto quasi 400 richiedenti asilo provenienti dai centri emergenziali, più altri 400. Una caratteristica del progetto è di aver previsto una valutazione di impatto controfattuale per la valutazione delle politiche pubbliche”. 
In Piemonte le attività sono state coordinate dall’Agenzia Piemonte lavoro che coordina i servizi pubblici per il lavoro della regione. L’attuazione delle attività è stata affidata a due agenzie accreditate no profit. In Albania è stata coinvolta l’Agenzia nazionale di formazione con sede a Tirana e per l’attuazione una agenzia no profit. La Fondazione Rodolfo De Benedetti svolge il monitoraggio e la valutazione di impatto. 
“Anpal ha realizzato e erogato le attività verso i beneficiari durante la pandemia: da questo momento in poi dobbiamo riconsiderare la necessità di lavorare online con migranti, per essere bene equipaggiati nel futuro” conclude Scalmato. 

L’ITCILO (agenzia di formazione dell'Ilo - Organizzazione internazionale del lavoro) ha curato gli eventi di diffusione e scambio delle buone pratiche e di formazione per le organizzazioni.  
“La pandemia – racconta Miriam Boudraa, Itcilo - ha messo in luce le difficoltà di un percorso di questo tipo. A noi va il compito di assicurare ai rifugiati un accesso a un lavoro dignitoso”. 
Le sfide sono anche legislative e politiche, per garantire il diritto al lavoro e i diritti socio-economici, alle competenze e le qualifiche che i rifugiati potrebbero non avere. Inoltre, la discriminazione di genere è ancora molto alta, le barriere linguistiche, le difficoltà di tipo amministrativo per i permessi di lavoro e l’accesso ai servizi sociali sono tutte problematiche da affrontare. 

“La maggioranza dei rifugiati – dichiara Héloise Ruaudel, ILO - rimane nei paesi limitrofi, quelli più stabili, che possono rispondere alla crisi. Il primo è la Turchia, poi la Colombia, il Pakistan, con quello che sta succedendo in Afghanistan, poi l’Uganda e la Germania, che ha accolto molti profughi siriani. Poiché le crisi sono lunghe, gli sfollati restano per molto tempo, per generazioni. La maggioranza delle persone non va aldilà delle frontiere: il 48% sono sfollati internamente ai loro paesi. Le preoccupazioni riguardano le sfide del mercato del lavoro, con un basso tasso di occupazione e l’incapacità di assorbire un aumento imprevisto di manodopera. Per questo si genera lavoro nell’economia informale e sfruttamento, in particolare delle donne, senza diritto alla protezione sociale e alla tutela delle famiglie” conclude Héloise Ruaudel. L’ILO promuove il lavoro dignitoso, visto come chiave dello sviluppo e della tutela dei rifugiati. 

L’evento finale di Fowork, nuovamente aperto a tutti, è previsto per il 28 settembre 2021, e sarà dedicato alle testimonianze e alle misure di supporto realizzate dal progetto.

Condividi

Notizie Correlate per categoria

Eventi — 26.11.21

Al Job&Orienta l’esperienza duale nell’istruzione e formazione professionale e il digital learning

Nuovi scenari di condivisione e opportunità per i giovani

Leggi di più →

Eventi — 26.11.21

Scopriamo il portale di Garanzia Giovani

Al Job&Orienta domande e risposte nel workshop sul programma europeo per l’inserimento lavorativo dei giovani

Leggi di più →

Eventi — 23.11.21

Job&Orienta: Anpal al salone dell’orientamento che torna in presenza

Al centro della 30esima edizione la transizione verde e digitale

Leggi di più →

Eventi — 17.11.21

Crescere in digitale a Orientamenti, per parlare di giovani e imprese

Le professioni nel digitale sempre più richieste per sostenere le imprese nel cambiamento

Leggi di più →

Eventi — 16.11.21

Orientamenti, torna la manifestazione per studenti, docenti e famiglie

L’iniziativa, dal 16 al 18 novembre a Genova, ha come tema React, per rendere i giovani i protagonisti

Leggi di più →

Eventi — 16.11.21

A Orientamenti il webinar sulla rete EURES e il progetto EURES Targeted Mobility Scheme

Il primo appuntamento di Anpal alla manifestazione per i giovani

Leggi di più →